Come quando è…

[…] ed è morta. Come quando è nata. Era già morta. Non nello spirito, ma nelle intenzioni, nella voglia di vivere.
Con il suo primo vagito aveva esalato l’ultimo respiro. Non si sono mai viste ragazze così, nate morte.
Nessuno lo sapeva, nessuno poteva sospettare. Non era mai stata viva. Ne siamo venuti a conoscenza solamente nell’istante in cui è morto il suo corpo.
Dietro ogni singolo gesto, dietro ogni singola risata, dietro quella felicità inesauribile, c’era la non-vita.
Quando anche l’ultimo dei parenti ha lasciato il cimitero, qualcuno di noi ha detto qualcosa. Non ricordo cosa. Forse ho sentito la voce e non ho capito la frase. 
Non c’era vento. A lei il vento piaceva. Perché creava rumore, diceva.
Non ho mai compreso davvero quella mia amica, che mi ha messo davanti la morte per la prima volta, ancora prima di morire. E credo di doverla ringraziare per questo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...