La Ragazza Interotta di Susanna Kaysen

“LA RAGAZZA INTERROTTA” di Susanna Kaysen – Tea edizioni. Titolo originale “GIRL, INTERRUPTED”.

Susanna ha diciotto anni. Siamo sul finire degli anni ‘60 in una America in procinto di cambiare gli usi e costumi del mondo intero, ma ancora farcita di perbenismo e saldamente ancorata a tradizioni centenarie.
Durante una visita con un medico che non hai visto prima le viene diagnosticata, sommariamente, una depressione e ricoverata in pochi minuti presso l’ospedale psichiatrico McNeal per un breve periodo di riposo. Quello che doveva essere una settimana diventeranno quasi due anni.
Durante il ricovero a Susanna verrà diagnosticato un disturbo della personalità borderline, che cambierà per sempre il suo rapporto con se stessa, con il mondo e con gli altri.

La ragazza interrotta sono stralci di diario estrapolati, un patchwork di episodi come una moltitudine di dipinti o ritratti di scene di ciò che visse nel periodo di ricovero e delle amicizie con le altre pazienti tra cui spiccano Polly Clark, Lisa Rowe e Daisy Randone.
Attraverso il diario saremo testimoni del cammino che porteranno Susanna nuovamente nel mondo, ma anche di come questo evento segnerà per sempre la sua vita, ponendo domande di riflessione sulla sanità mentale e sugli effetti della psichiatria nei pazienti.
Da questo romanzo è stato tratto un famosissimo film con Winona Ryder e Angelina Jolie (ruolo che le è valso un Oscar).
Il titolo “La ragazza interrotta” è tratto da un dipinto “Il concerto interrotto” di Jan Vermeer e che sarà un elemento chiave nel romanzo.

È un libro che mi porto nel cuore, che ho consigliato spesso nella mia vita. Un’indagine non scientifica della mente umana e sulle sue interruzioni, raccontato da un punto di vista intimo e personale, ma non per questo condivisibile ed emotivamente coinvolgente.

L’ospedale McNeal esiste davvero e le esperienze di Susanna Kaysen sono reali. Questa struttura ha avuto pazienti illustri, tra cui Sylvia Plath e Ray Charles.

Nelle foto:
Copertina libro in italiano edizione Tea.
Foto ritratto di Susanna Kaysen.
Il dipinto di Vermeer “Il concerto interrotto” conosciuto anche come “Gentiluomo e fanciulla con musica”.

https://www.instagram.com/p/B_CKto7qWnY/?igshid=q6hjbqbc72ic

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...